Pages Menu
Categories Menu

Posted on Giu 12, 2014

Reimpiego sostenibile degli scarti della lavorazione degli agrumi: al via le agevolazioni

Reimpiego sostenibile degli scarti della lavorazione degli agrumi: al via le agevolazioni

E’ stato pubblicato, in data 12 giugno 2014, sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, l’avviso di pubblicazione del decreto del Ministro dello sviluppo economico del 21 maggio 2014 che individua le modalità per la concessione dei contributi ed i termini per la presentazione delle domande per i progetti di ricerca e sviluppo nel settore agro-industriale nelle aree di produzione della Sicilia orientale, con particolare riferimento al reimpiego sostenibile degli scarti provenienti dalla lavorazione industriale degli agrumi

I soggetti destinatari dei contributi sono le imprese che svolgono attività di “Produzione di succhi di frutta e di ortaggi” e le “Industrie delle bevande” aventi sede produttiva nelle province di MessinaCataniaSiracusaRagusa ed Enna, nonchè i consorzi e le società consortili le cui quote sono partecipate per più del 30% da imprese aventi i predetti requisiti.

Le agevolazioni,  riconosciute in conformità con le disposizioni ed i limiti delle intensità massime di aiuto previste dall’art. 31 del GBER, Regolamento (CE) n. 800 del 6 agosto 2008, per gli “Aiuti a progetti di ricerca e sviluppo”, sono pari al:

  • 50% per i costi agevolabili relativi alla ricerca industriale;
  • 25% per quelli relativi allo sviluppo sperimentale.

E’ prevista una maggiorazione del 10 punti percentuali per le medie imprese e del percentuali per le piccole imprese. Una maggiorazione di 15 punti percentuali,  a concorrenza di un’intensità massima dell’80% dei costi ammissibili, può essere invece applicata se il progetto comporta la collaborazione effettiva fra almeno due imprese indipendenti (l’una dall’altra) se sono soddisfatte le seguenti condizioni:

  • nessuna impresa sostiene da sola oltre il 70% dei costi ammissibili del progetto di collaborazione;
  • il progetto prevede la collaborazione con almeno una PMI.

La domanda deve essere presentata tramite Posta Elettronica Certificata, con successiva trasmissione della documentazione cartacea, entro e non oltre il 5 settembre 2014.