Pages Menu
Categories Menu

Posted on Gen 15, 2015

Progetti congiunti di R&S Italia-Istraele

Progetti congiunti di R&S Italia-Istraele

Sulla base dell’accordo di cooperazione nel campo della ricerca e dello sviluppo industriale, scientifico e tecnologico tra Italia e Israele, è stato istituito un bando per la presentazione di progetti di Ricerca e Sviluppo congiunti italo-israeliani nelle seguenti aree: medicina, biotecnologie, salute pubblica e organizzazione ospedaliera; agricoltura e scienze dell’alimentazione; applicazioni dell’informatica nella formazione e nella ricerca scientifica; ambiente, trattamento delle acque; nuove fonti di energia, alternative al petrolio e sfruttamento delle risorse naturali innovazioni dei processi produttivi; tecnologie dell’informazione, comunicazioni di dati, software, sicurezza cibernetica; spazio e osservazioni della terra; qualunque altro settore di reciproco interesse.

I  principali criteri per poter concorrere al presente bando sono i seguenti:

  1. Il Partner Israeliano dovrà essere una società di Ricerca e Sviluppo, che trarrà i propri profitti dalla vendita dei prodotti/servizi sviluppati nel corso della realizzazione del progetto. Il Partner Italiano potrà essere sia un soggetto industriale (impresa) che un soggetto non industriale (università, centri di ricerca, etc.);
  2. Il prodotto, processo o servizio deve presentare caratteristiche di innovazione tecnologica;
  3. Il budget di progetto deve essere ragionevolmente bilanciato tra i partner;
  4. La proprietà intellettuale dei prodotti del progetto finanziato è regolata sulla base dell’ “Accordo di Cooperazione”, che deve essere sottoscritto dai vincitori dei progetti approvati.

La domanda di partecipazione dovrà essere presentata entro Giovedì 16 Aprile 2015, con modalità diverse a seconda se si tratti di partner italiano o istraeliano.

I finanziamenti verranno concessi a ciascun Partner dalle proprie Autorità fino al 50% dei costi documentati di ricerca e sviluppo. Ove il progetto di ricerca abbia successo e dia luogo a profitti, il Partner vincitore dovrà restituire alle Autorità, anche in più di una soluzione, il finanziamento ricevuto, secondo le regole e le normative di ciascun paese. Nessuna restituzione sarà dovuta ove il progetto non raggiunga lo stadio della commercializzazione.

Clicca qui per visitare la pagina di interesse