Pages Menu
Categories Menu

Posted on Lug 11, 2013

AGEVOLAZIONI PER LA NASCITA DI NUOVE IMPRESE IN SICILIA

AGEVOLAZIONI PER LA NASCITA DI NUOVE IMPRESE IN SICILIA

Al via dal 4 settembre la presentazione delle domande

 

Con la Circolare n. 21303 del 20 giugno 2013, il Ministero dello Sviluppo Economico ha stabilito i criteri e modalità di concessione delle agevolazioni previste dal  D.M. 06/03/2013, finalizzate a promuovere la nascita di nuove imprese nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia.

L’istituzione del regime di aiuto prevede specifiche condizioni di ammissibilità, in relazione ai requisiti soggettivi, oggettivi, ai settori e alle attività economiche.

In particolare, possono beneficiare delle agevolazioni imprese e startup innovative costituite in forma societaria (incluse le società cooperative), anche di piccole dimensioni, costituite da non più di sei mesi dalla presentazione della domanda, e persone fisiche che intendono costituire una nuova società (entro 30 giorni  dalla data della comunicazione di ammissione alle agevolazioni).

Sono escluse dalle agevolazioni le imprese controllate da soci di imprese che abbiano cessato l’attività nei 12 mesi precedenti la data di presentazione della richiesta e le imprese operanti nei settori:

– della pesca e dell’acquacoltura che rientrano nel campo di applicazione del Regolamento (CE) n. 104/2000 del Consiglio;

– della produzione primaria dei prodotti agricoli di cui all’allegato I del TFUE;

– della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli di cui all’allegato I del TFUE;

– carboniero;

nonché, limitatamente agli aiuti in favore delle piccole imprese di nuova costituzione, nei settori della siderurgia, della costruzione navale e della produzione di fibre sintetiche.

Le agevolazioni di cui al Decreto non possono essere altresì concesse per il sostegno ad attività connesse all’esportazione verso Paesi terzi o Stati membri, ossia per programmi d’impresa direttamente collegati ai quantitativi esportati, alla costituzione e gestione di una rete di distribuzione o ad altre spese correnti connesse con l’attività d’esportazione e per gli interventi subordinati all’impiego preferenziale di prodotti interni rispetto ai prodotti di importazione.

Le risorse finanziarie disponibili sono pari ad un massimo di 50.000 euro l’anno per ogni impresa beneficiaria, per complessivi 200.000 euro nell’arco dei 4 anni dalla data di presentazione della domanda. Tali importi sono elevati a 60, 70, 80 e 90 mila euro rispettivamente per il primo, secondo, terzo e quarto anno dalla presentazione delle domande da parte di startup innovative.

Le domande di agevolazione, corredate dei piani d’impresa, possono essere presentate a partire dal giorno 04/09/2013 ore 12.00, esclusivamente in forma elettronica, utilizzando la procedura messa a disposizione su smartstart.invitalia.it almeno 30 giorni prima dell’apertura dello sportello.

Per tutti i dettagli relativi ai requisiti di accesso alle agevolazioni, ai criteri e all’iter di valutazione, alle condizioni e ai limiti di ammissibilità dei costi, alle caratteristiche del provvedimento di concessione, alle modalità, ai tempi e alle condizioni per l’erogazione delle agevolazioni, si rimanda ai testi della Circolare 21303/2013 e del D.M. 06/03/2013.